Al Bar Sport

Che simpatici burloni. Non so a voi ma a me questo siparietto fa proprio ridere e lo voglio tramandare ai posteri.

Domande esistenziali

Il grillo che ho trovato ha un antenna spezzata, cosa gli succede?

-…

-Riesce a vivere lo stesso?

-uhmm…non so

- Cosa mangia un grillo?

- Mah..altri insetti? Larve?

- E quanto vive un grillo?

-…

-Quanto vive un grillo?

-Ehh, non saprei, ma quando arriviamo a casa cerchiamo su internet.

-Come fa internet a sapere tutte queste cose?

 

Saluti

Immancabilmente ogni nostra telefonata con gli amici si conclude con un ciao, seguito a brevissima distanza da una abusata formula: quel “ciaciao” affrettato che pronunciamo automaticamente, come se il semplice ciao non bastasse già di suo e si sentisse il bisogno di ribadire il concetto.

Cari amici, sappiate che cercherò di evitarlo. Non sarò scocciato, né poco contento della telefonata intercorsa. E’ solo che non mi piace più.

Accontentatevi di un semplice ciao.

Ciao.

 

Agibilità politica

Tutto questo dibattere inutile sulla decadenza del Berlusca dalla carica di senatore. E’ come parlare del niente: cosa se ne fa che tanto non ci va mai?

(1 votazione su 1204!).

Schermata 08-2456533 alle 19.10.23p>

http://espresso.repubblica.it/dal_parlamento/presenze/senato

Dimissioni

“Continuare la mia battaglia personale nei mesi a venire per difendermi dalle accuse assorbirebbe quasi totalmente il tempo e l’attenzione sia del presidente sia del Congresso, in un momento in cui i nostri sforzi devono essere diretti a risolvere le grandi questioni della pace fuori dai nostri confini e della ripresa economica combattendo l’inflazione al nostro interno. Ho deciso perciò di rassegnare le dimissioni da presidente con effetto a partire dal mezzogiorno di domani.”

No, non sono parole di Berlusconi, figuriamoci. A pronunciarle dopo lo scandalo Watergate fu Richard Nixon, che pure non era uno stinco di santo (e forse pure paranoico), come il nostro.

Ma tant’è, speranze in tal senso non ne nutro.

Lui è innocente, lui non molla.

Lui è indispensabile per l’Italia. Cosa farebbero le varie Santanchè, Biancofiore, Gelmini etc. etc. senza di lui?

 

 

 

Caro sindaco Pisapia

Non ho nulla da obiettare contro l’area C. Però…

Però visto che il sistema è ineludibile al 100% è chiaro che se qualcuno non paga non lo fa con la speranza di farla franca. O è entrato nell’area C per errore oppure si dimentica di pagare la tariffa.

In questi caso il simpaticissimo comune di Milano invia la contravvenzione di 80€ che, con l’aggiunta di spese postali e di rinotifica (!) e il contributo da dare alle poste o alla Sisal, diventano 95€

19 volte la tariffa originale.

Come rubare le caramelle ai bambini.

Twenty

Un lungo silenzio, una tipica giornata estiva e una calda serata sul divano con tutte le finestre aperte per creare la corrente d’aria che ti salva la vita. Due ore per vedere (finalmente) Twenty, il film celebrativo di una delle band che passeranno alla storia del rock. Dieci minuti per riprendere a scrivere. I Pearl Jam se lo meritano davvero. Un bel documento per i fan, una bella testimonianza per i qualunquisti, quelli che pensano che tanto sono tutti uguali. Bello rivedere lo zio Neil che suona con loro, bello rivedere l’angelo biondo, Kurt Cobain che li odiava ma poi si è ricreduto. Bello vedere i Pearl Jam, dal vivo soprattutto ma anche in video. Aspettando il prossimo imminente nuovo disco.

Pearl Jam

Il “picconattore”

Una nuova pericolosa minaccia si aggira per le strade milanesi. Non pare però così temibile perché forse fa solo finta!

2013-05-16 09.47.10

Copyright “La Prealpina”